giovedì 20 marzo 2008

B-MOVIES la mia top ten



e ora, assolutamente gratuita, ecco una lista di alcuni tra i miei film di serie B preferiti di sempre.



1 – La Casa (1983) di Sam Raimi
Perché: virtuosismi di regia, neologismi di inquadrature, splatter estremo, un cartoon in carne, ossa e sangue.

2 – Bad Taste (1987) di Peter Jackson
Perché: il cattivo gusto come stile estetico/cinematografico, un capolavoro del cinema fai-da-te.

3 – Il Cameraman e l’Assassino (1992) di Belvaux, Bonzel, Poelvoorde
Perché: disturbante, metalinguistico, il miglior docu-fake di sempre.

4 – Milano odia: la polizia non può sparare (1974) di Umberto Lenzi
Perché: violenza pura e allo stato brado, un Tomas Milian cattivo come pochi.

5 – Zombie (1978) di George A. Romero
Perché: perfetto bilanciamento tra metafora sociale e horror di puro godimento, voglio barricarmi anch’io in un centro commerciale a sparar zombi.

6 – Tetsuo (1989) di Shinya Tsukamoto
Perché: ultra-sperimentale nella forma e nel linguaggio (stop-motion, montaggio frenetico, B/N saturo), unico.

7 – El Mariachi (1992) di Robert Rodriguez
Perché: minimo budget per massimo risultato, montaggio/inquadrature/ritmo da fumetto, chitarre, pistole e mex-ploitation.

8 – Sette Note in Nero (1977) di Lucio Fulci
Perché: giallo soprannaturale con un pazzesco ribaltone finale, un rovesciamento a 180° del punto di vista (20 anni prima di Shyamalan).

9 – La Cosa (1982) di John Carpenter
Perché: claustrofobia, virusfobia, freddo polare ed FX sconvolgenti ancor oggi, alla faccia del digitale.

10 – Project A (1981) di Samo Hung
Perché: regia e sceneggiatura al completo servizio della coreografia e degli stunt di un giovane e incosciente Jackie Chan (che va in coma per uno, si riprende dopo pochi giorni e continua le riprese).

30 commenti:

alfredo ha detto...

considerando che di tutti questi ho visto solo Tetsuo posso dire che ho trovato il modo per riempire il vuoto di questa imminente settimana in famiglia.
provvidenziale.grazie.

alex crippa ha detto...

consiglio:

- "Milano Odia" per il sabato sera pre-pasquale
- "Bad Taste" per il pranzo domenicale
- "Zombie" per la cena domenicale
- "Il Cameraman..." per chiudere in bellezza la pasquetta

Buona Visione.

cordialmente,
aristide massacesi

nerosubianco ha detto...

Ciao Alex non sapevo avessi un blog. ti linko subito!
non ci conosciamo di persona, ma mi piace molto come scrivi....100 Anime è una meraviglia.
Complimenti passerò a trovarti sul blog
Ciao

Anonimo ha detto...

"Non si sevizia un paperino","La belva col mitra" e "Killer Condom" te li aggiungo io...Mi rendo conto che 10 son troppo pochi...
eMa

alex crippa ha detto...

ciao Claudio!
grazie del linkaggio. linkato pure tu.

Brancaccio m'interessa molto, devo comprarlo. anche per la sceneggiatura di Di Gregorio, sono molto curioso. e complimenti per l'acquisto da parte di Casterman...per una volta l'"emigrazione" avviene in senso contrario, dall'Ita alla Fra!

alex crippa ha detto...

in effetti il "paperino" di Fulci è il più pasquale di tutti...
e con questo, scomunica a vita.

nerosubianco ha detto...

Allora aspetterò un tuo commento in proposito appena l'avrai letto : )
Si, è stata una bella sorpresa l'interesse da parte di casterman in un periodo di assoluta crisi per il mercato francofono....
A presto

Ciao

Riccardo Torti ha detto...

Dai "La Cosa" manco trobbo di serie B... della tua lista me ne mancano un paio...

alex crippa ha detto...

il confine tra A e B è spesso labile, dottor jones. la metà dei titoli che ho messo sono considerati A dalla maggior parte della critica, B dal pubblico. per non parlare del recupero/rivalutazione della B post-truffaut, post-tarantino, postal-market, ormai trito e ritrito.

banalmente si definisce "A" un film per la massa, "B" per un pubblico di nicchia.

teoricamente le differenze sono di genere/stile/mezzi. la A costa tot perchè deve incassare tot, la B fa quel cazzo che vuole.

personalmente un film o mi piace o non mi piace: catalogarlo A o B è un puro pretesto per inserirlo in una lista e parlarne.........

Davide ha detto...

Ahia... manca lo zio Buttgereit!

Rilancerò una top ten analoga sul mio blog!

A presto!

alex crippa ha detto...

vai Dave: nekromantizzaci tutti!

Niccolò Storai ha detto...

I film che hai citato li adoro, una curiosità, conosc Takashi Miike, me lo hanno fatto conoscere quegli sciokkati del Grezzo e di Akab.
E' stato amore a prima vista.
Caldamente consigliato.

grezzzzissimodeluxe ha detto...

compratevi ichi the killer di miike takashi, appena uscito in dvd, e poi mandate affanculo tarantino,grazie

Bapho aka Davide Costa ha detto...

Ottimo listone, bookmarkato.

alex crippa ha detto...

takashi miike: sadicissimo anche "audition", "ichi" ottimo, mi ha un pò deluso invece il suo episodio della serie masters of horror (due palle cubike).

tarantino: grezzo! razionalmente hai ragione tu, ma emotivamente non riesco ancora a staccarmi da tarantino...e ammetto che death proof mi ha messo letteralmente alla prova...

grazie bapho! qualunque cosa voglia dire bookmarkare.

grezzzino ha detto...

anche full metal yakuza, e pure il piu commerciale "the call" non è male: l'idea alla base di questo horror non è affatto scontata il cinismo che ne pervade è illuminante.

Alex capisco cosa intendi per tarantino, ma sinceramente preferirei facesse qualche tentativo per personalizzare i film che copia dagli altri.

miike takashi non è un genio assoluto,le sue scuole si vedono,ma ci aggiunge anche molta pazzia vera e tanto lucido cinismo, e si mastica lynch, kaurismaki, kubrick, sergio leone e compagnia bella con una scioltezza e una mancanza di snobismo da commuoversi.

riguardo tarantino: dare in pasto alla gente cose rimasticate e rilucidate ,facendoci subire virtuosismi da sbruffone per far vedere che lui li sa fare meglio è qualcosa di snervante, un pò da "pisello piccolo e allora compro il suv".
e poi,tecnicamente parlando,che mi frega della pellicola finta rovinata o degli zoom a cazzo stile film di arti marziali cinesi? cioè, spendere un mucchio di soldi per simulare le ingenuità e le carenze di chi i soldi non li aveva mi pare un controsenso, che forse è tipico del mondo in cui viviamo.

deathspruzz è noioso , solo kurt russel (che fa il solito elvis presley maledetto bla bla stereotipi bla bla ) è divertente, i dialoghi finto emancipati rocknroll delle tipe sembrano usciti da sex and the city contro godzilla: per dire passami il sale sono obbligate a passare attraverso il "oh,brutta troietta spelacchiata, passami il fottuto sale della minchia o ti spappolo a colpi di machete rocknroll le tue tette striminzite da troopa mungitura post sbronza rocknroll, capito rocknroll?" noia...

amen, ho esagerato come sempre, mi zittisco e vado a vedermi il sublime e mai abbastanza osannato jolly blue .

alex crippa ha detto...

fino a un paio d'anni fa mi incristavo non poco ogni volta che usciva l'ennesimo "slasher-movie copia&incolla" e vedevo gruppi di sbarbati stupirsi per scene così trite e ritrite da aver perso ogni significato, anche il più basso del "salto sulla sedia tramite volume a palla" (correggete voi la grammatica).

POI COL TEMPO, forse per vecchiaia, forse per rincoglionimento spontaneo, sono diventato più tollerante perchè mi son detto: ma quei 15enni erano appena nati quando io guardavo Halloween e EvilDead in vhs...

INSOMMA, se questi copia&incolla, remake, revisited, reloaded, ecc (tarantino/rodriguez compresi) servono anche solo a far scoprire i classici degli anni '70-'80 (per me lo sono, classici) anche solo a far sapere che esistevano, io dico: ok.
d'altronde io ho conosciuto Bava (Mario) solo dopo una lunga gavetta di gore-splatter americani e tedeschi (con punte davvero bassissime, anzichenò).

DETTO QUESTO: il "come" al posto del "cosa" si racconta è un annoso problema, Grezzissimo, da cui fatico a uscire...per es., il remake de "Le colline hanno gli occhi" di Aja l'ho trovato 100volte meglio dell'originale craveniano (non so quante ire susciterò, ma tant'è) e non so cosa darei per un remake di Tenebrae con una vera sceneggiatura sotto il culo...ire funeste qui! (Suspiria lo remakeranno, tra l'altro)

E COMUNQUE, nessuno tocchi "Jollie Blu"!!! un capolavoro di psicotronia pura, nonché perfetta incarnazione del Male nella mia personale scala di valori cine-estet-music-socio-costum-moral-narrativi.
e quindi Max rispetto, yo.

grezzzezzzo ha detto...

...alla fine l'importante è che rispetti jolly blue!

alex crippa ha detto...

ma "blue" o "blu"?
non c'ho voglia di google...
per me è "blu" paro paro, il colore in italiano.
"blue" mi evoca tristezza negra e mi porta su tutta'altri lidi...

Anonimo ha detto...

"Jolly Blue" ha nientemeno che 2 stellette sul Mereghetti!!!In cui si dice che il Pezzali raggiunge vette di lirismo pop notevoli.
A questo punto non posso esimermi dal citare "Panarea"...
eMa

alex crippa ha detto...

il Morandini dà una (1) stella a JOLLY BLU (con "y" e senza "e") e non lo commenta neanche.

panarea??? checazzoè?!
per favore, non mi vada fuori tema.

Anonimo ha detto...

Un film che vede nel cast Alessia Merz..E ho detto tutto!!!
A questo punto i tempi sono maturi per "Il mangiatore di palle".
Ora vado a impennare sul lungo mare con in mano un cocktail mangiando la parmigiana di melanzane.
Ciao Alex!
eMa

alex crippa ha detto...

ah, tipo "Alex l'ariete" con Alberto Tomba...ma questa non è nemmeno la serie Z...........

tranquillo, eMa, i tempi per "Il mangiatore di palle" sono quasi maturi. quasi.

il.Benci ha detto...

tetsuo è unno dei mei film incubo preferiti...

ti è mai capitato di vedere il video film del EP broken dei NIN??
ci sono poche cose che mi fanno ribrezzo a vederle, e molt di queste sono appunto in quel video...

presto li linkerò dal blog, a proposito ho aggiunto il tuo link...

alfredo ha detto...

mi ha mangiato il commento di stamattina.
dicevo...se scomodiamo addirittura "alex l'ariete" come non spingersi fino a "troppo belli"? =)
ho deciso di guardarlo in un giorno di schifo, dicendomi che era d'obbligo guardare qualcosa che facesse ugualmente schifo.
veramente un film di una pochezza imbarazzante,e gli attori ci credevano così tanto che, nonostante non fosse un film comico, ho riso dall'inizio alla fine. hahaha.

alex crippa ha detto...

il.benci: i NIN sono una delle migliori band degli ultimi 15 anni, ho intravisto qualcosa dei loro clip, veramente spaventosi. tipo i clip di Aphex Twin, grotteschissimi...forse è lo stesso regista, forse no, bho.
terrò d'occhio il tuo blog! (linkato)

alfredo: effettivamente si sta andando fuori tema. fulci si starà rivoltando nella tomba. max pezzali, purtroppo, non ancora.

Gigi Cave ha detto...

Posso capire che "Zombie" possa essere considerato di serie B... ma "La cosa" di Carpenter mi sembra di buon livello,,, no?
Detto questo, tra i due preferisco nettamente Zombi.

Gigi Cave ha detto...

Come non detto... son stato preceduto dal buon Riccardo.
La prossima volta leggero ben bene tutti i post prima di intervenire.

alfredo ha detto...

"fulci si starà rivoltando nella tomba. max pezzali, purtroppo, non ancora."
bwahahaha. ok è la prima risata di una giornata iniziata male, grazie mille =)

questa sera è in programma serata b movie, se riesco a spingere per qualcuno dei film in lista poi ti farò sapere cosa me ne sembra.

alex crippa ha detto...

gigi cave: ma va, mica si leggono tutti i commenti! istinto e improvvisazione: questo è il blog che voglio, questa è l'italia che ho scelto.
"la Cosa è di buon livello": ma "B" non siginifica basso livello, solo un modo diverso di far cinema (2° me)

alfredo: attendo recenz.