lunedì 14 febbraio 2011

GRIGIO


Ho sempre detestato le mezze tinte, i colori incerti, il né carne né pesce.

Il (non)colore che odiavo più di ogni altro (e forse più di ogni altra cosa al mondo) era il grigio. Che cazzo di colore è? E' un colore senza identità, indefinibile, irritante. Quanti grigi esistono? Non è nero, non è bianco. Peggio: più è scuro più assomiglia al nero, più è chiaro più si avvicina al bianco...senza essere né l'uno né l'altro.

Ho sempre amato il nero e, con gli anni, ho scoperto di avere una cotta importante anche per il bianco. Da ggiovane per me esisteva solo il nero, dalle t-shirt ai jeans alla copertina del 5° album dei Metallica. Il bianco era il male. Da post-trentenne ho invece rivalutato quel mix di tutti i colori dell'arcobaleno. Avete mai visto una Murcielago bianca?

Che belle definizioni che hanno il Bianco e il Nero: la somma di tutti i colori e l'assenza totale dei medesimi. (so che il mio blog è letto quasi solo da professionisti o aspiranti professionisti del fumetto pronti a contraddire tecnicamente quello che ho appena scritto, ma passatemi la licenza poetica, per favore)

Il grigio non ha mai avuto una definizione precisa. Non ha identità. Non è catalogabile, collocabile, etichettabile, paragonabile a. E rileggendo questi aggettivi mi stupisco che io l'abbia sempre ripudiato, anzi nemmeno considerato, come colore, come emozione, come ipotesi.

Perché ora, inizio anno 2011, il GRIGIO è il colore che più mi affascina.
Ora, anni 36 e 1/2, GRIGIO è il mio stato d'animo, il mio modo di agire, il mio modo di pensare, il mio modo di essere. Non sono più né bianco né nero. Non sono più etichettabile. Vivo il presente con tutte le sue varianti, adattandomi ad ogni sfumatura. A volte tende al nero, a volte tende al bianco. Chissenfrega. Il grigio è il colore più bello del mondo.

14 commenti:

Officina Infernale ha detto...

a me i fumetti con i grigi mi fanno cagare motivo per cui non ho mai comprato wanking dead per esempio...

Fe.To. ha detto...

Ma sai che è interessante sta cosa del grigio? Tra tutti i colori io è l'unico che detesto: odio le auto grigie, odio i vestiti grigi, odio le giornate grigie... (pure quando disegno a matita premo talmente tanto da far diventare il segno quasi nero)... non ho mai capito il perché: ora a trent'anni amo i vestiti neri, mi 'tirano un casino le auto bianche e 'azzo stravedo per i fumetti a colori! Non sei l'unico che ad un certo momento della sua vita però si converte a questo colore... mmm, devo cominciare a preoccuparmi?

Daniele ha detto...

Una volta si faceva il classico esperimento scientifico in cui si prendeva una trottolina con sopra tutti i colori dello spettro, si faceva girare, e si osservava come, girando, l'unico colore risultante fosse il grigio.
Vedere tutto in bianco e nero forse è riduttivo quanto giudicare il mondo solo basandosi su odio e amore.

http://www.youtube.com/watch?v=o6iNAsVCwdk

Forse il fascino del grigio sta proprio il poter decidere quanto nero e quanto bianco ci sono.

Mastro Pagliaro ha detto...

mi spiace, ma il grigio è un colore di merda. Il grigio lo si subisce, ti morde le caviglie e non te ne stacchi più.
Anni fa dovevo comprarmi una macchina, una Panda, come quella che hai postato e l'avrei presa grigia o marrone, perché non era un bel momento, però mi son detto: No! porco cazzo!Nooo!!
e allora me la sono presa del colore più a cazzo del mondo.
Lime, detto anche, cacca di piccione.
Fa ridere, ma è bellissima e subito dopo ho cambiato la mia vita, perchè del grigio non ne volevo più sapere, perché il grigio è un colore di merda.
stammi bene.
ciao

Anonimo ha detto...

ora mi dirai che inizia a piacerti anche il lago.
abbracci.
carlo

il Berta ha detto...

vogliamo parlare del rosa? che non è nè rosso nè bianco?
o dell'indaco? che a parte quando elenchi i colori dell'arcobaleno non lo senti mai nominare?
o del verde acqua? che non sapevi mai se metterlo tra i pastelli azzurri o i pastelli verdi?

CREPASCOLO ha detto...

Anni 6 e 1/2. A casa da scuola con la febbre. Un serial con Tony Franciosa ed una Bionda che credo poi abbia fatto Dinasty. Il tizio è un detective o un agente segreto. Per diverso tempo, un suo sosia ha vissuto con la Bionda more uxorio. Quando Tony ritorna a casa, come Ulisse, chiede alla sua bella come ha potuto non accorgersi delle differenze e si sente rispondere che, al buio, tutti i gatti sono grigi.

il Berta ha detto...

@crepascolo: o come direbbe Schrödinger "il gatto è nero e bianco nello stesso istante"

CREPASCOLO ha detto...

Molto sottile, caro Berta, ma con la Bionda la cosa non funzionò. Aveva l'armadio pieno di sosia di Tony Franciosa e quando the real McCoy , come si usa dire negli USA, le disse di spalancare le ante, lei disse che fino a che rimanevano sigillate, le corna non erano ramificate.
Tony non era convinto e la Bionda chiamò a testimoni della veridicità del paradosso Schrödinger e Tiziano Sclavi ( che citò la teoria del gatto ballerino in un DD di qualche tempo fa ndr ). I due erano in pigiama e si nascondevano nel bagno. Ragazza vivace la Bionda. Franciosa ci è rimasto così male da finire in un serial di Avati per la RAI in cui era un pilota nella WWII che precipitava sulla casa di Mariangela Melato ( tu non eri ancora nato, credo ). Esce dal rottame ed incrocia l'attrice feticcio della Wertmuller - immediatamente esclama: No, another blond angel! Where's the cat? Pupi non amava queste improvvisazioni e ha fatto ridoppiare la scena. Peccato.

alex crippa ha detto...

Gri-gio! Gri-gio! Gri-gio!

Spugna ha detto...

vivendo a milano il grigio diventa la normalità.

Giorgio Salati ha detto...

Non toccatemi l'indaco che è un colore della madonna.

Nussy ha detto...

Il bianco è illuminante, il nero perentorio, ma in mezzo non può esserci il nulla. C'è il grigio, in una quantità di sfumature che non riusciamo a contarle tutte. Ci sono i grigi freddi, quelli seriosi, quelli caldi e sporchi di colore, grigi che ti avvolgono o che ti respingono. Sono colori come gli altri, solo più discreti, che penetrano nei pori e smorzano gli ardori, restituendoti un'immagine più oggettiva e distaccata. Sono una fan del grigio, un filtro perfetto per una persona che vive la vita senza pelle.

alex crippa ha detto...

Nus! anche tu fan del grigio? benvenuta nel club. per la card all-inclusive ti ricordo che serve una fototessera e il codice fiscale.