venerdì 7 gennaio 2011

COSE BELLE, COSE BRUTTE

COSE BELLE



30 Rock
La miglior sit-com americana mai prodotta. Di e con Tina Fey, comica uscita dal solito Saturday Night Live ed esplosa un paio d'anni fa a livello mondiale per l'insuperabile imitazione di Sarah Palin al David Letterman Show. Un talento incontenibile, una macchina da guerra, la donna perfetta. Co-protagonista un insospettabile ed esilarante Alec Baldwin, tanto che comincio a credere alla profezia di Parker&Stone che in "Team America" lo spacciavano come il miglior attore del mondo. Più un tot di personaggi secondari uno più figo dell'altro. In sostanza, intrecci e casini personali vari nel dietro le quinte di uno show comico, girato negli studi al n°30 della Rockefeller Plaza di NY (da qui il titolo). Ritmo impressionante, ironia a 360°, dialoghi perfetti. Sulla falsariga di "Boris" (che invece è la miglior sit-com mondiale).

Romanzo Criminale 2
La seconda (e ultima) stagione della serie tv noir italiana più bella di sempre. La regia di Stefano Sollima è saldissima, senza sbavature, incalzante dall'inizio alla fine. Gli attori, ormai non più sconosciuti, sono ancora trucissimi e nella parte. Colonna sonora sempre azzeccatissima, stavolta anni '80. Non supera la prima stagione per una quesitone meramente epocale: gli anni '70. E poi c'era il Libanese.

Dead Set
Micro-serie tv in 5 episodi da mezz'ora l'uno, da sbranare tutta d'un fiato. Tema? Zombie all'assalto dell'unica isola di salvezza rimasta al mondo: la casa del grande fratello inglese. Prodotta un paio di anni fa e passata in sordina recentemente su Mtv, la consiglio come anti-Walking Dead (vedi sotto). Fotografia cupa e sgranata, inquadrature a mano ma digeribili per un effetto reality quasi subliminale ed efficacissimo, effettacci anni '80 da bassa macelleria (se digitale c'è io non l'ho visto, ma non sono una cima in proposito). Sceneggiatura tanto semplice quanto inquietante. Come dovrebbe essere ogni zombie.

Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni
Non sono mai stato tifoso di nessuna squadra di calcio né di qualsivoglia altro sport. Il mio tifo quindi lo riverso su figure artistiche che hanno segnato nel bene e nel male la mia esistenza, tra alti e bassi, con tutte le loro perfezioni e imperfezioni (che tifo sarebbe, se no?). Tra questi Tiziano Sclavi, Elio e le storie tese, Peter Jackson, Niccolò Ammaniti, i Metallica, David Lynch...e Woody Allen. Il suo ultimo film non è perfetto ma lo tifo con tanto di vuvuzela dalla curva nord. Mi inchino e mi inchinerò sempre alla freschezza e spontaneità dei suoi dialoghi, alla profondità di ogni suo personaggio, anche il più secondario, alle tematiche alte e basse che le sue storie riescono a sviscerare. La tematica qui è: reincarnazione.


COSE BRUTTE



Walking Dead
La serie tv, non il fumetto! Minchia, che cocente delusione... La bellezza del fumetto è direttamente proporzionale alla bruttezza della sua serie tv, che definirei con tre "i": impacciata, insipida, inconcludente. Troppo patitata, dalla fotografia agli fx digitali fin troppo perfetti (che fa rima con freddi) alla regia. Campi e controcampi staticissimi, troppi primi piani, troppe inquadrature corrette. Non fa paura, non inquieta, non immedesima. E ciliegiona sulla torta (marcia): non si avverte il "problema zombie", per nulla. A volte ci si dimentica pure che c'è quella minaccia lì. Com'è il fumetto? Prendete tutti gli aggettivi che ho appena usato, un buon dizionario dei sinonimi e contrari, e cercate tutti i contrari. Meno male che c'è "Dead Set" (vedi sopra).


Tron (legacy)
"Legacy" è tra parentesi perchè non compare nella pellicola quando scorre il titolo. Mah. Non la faccio troppo lunga: questo pseudo-sequel è di una noia che definire mortale offenderebbe tutti i mortali. Non mi avrà convinto il cyber-neon-spazio da discoteca-labirinto post-psichedelia post-prodigy post-dark...e in effetti ci si sta un buon due ore lì dentro. Sarà che dell'originale avevo sì un buon ricordo ma non abbastanza da palpitare nell'attesa di un sequel. In realtà il problema è allo stesso tempo molto tecnico e molto semplice: niente in questo film è credibile. Addio patto narrativo, addio fantascienza. E magnamoci 'sta porchetta...


Scott Pilgrim
Il fumetto, non il film (che non ho visto). I primi due volumi possono bastare per trarre un giudizio, diciamo così, definitvo su una serie ancora aperta? Direi di sì. Tanto non ho intenzione di continuare a leggerlo. Capisco le buonissime intenzioni dell'autore che voleva creare un fumetto per nerd, sui nerd, da nerd...peccato che di "nerd" ci sia giusto qualche onomatopea pixelata qua e là, scontri simil-manga che finiscono sempre allo stesso modo, e poche (o tante?) citazioni anni '90. Ma forse ho frainteso tutto. Di una cosa però sono sicuro: il protagonista del titolo NON è un nerd, nè uno sfigato, nè un perdente che punta al riscatto coi suoi modi e il suo stile (ci speravo, però). Scott Pilgrim vince SEMPRE. Non c'è mai un reale conflitto, né psicologico né fisico. La passa sempre liscia. Molla brutalmente la teen-ager orientale pazza di lui e lei non dice un cazzo. Ci prova con la super-girl Ramona di cui è cotto fin dall'inizio e ci va subito a letto (solo abbracciati, però...ah bè, ma lei aspetterà i suoi tempi, gentilissima, premurosa e accondiscendente, proprio come nella realtà). Si batte con gli ex di Ramona (leit motiv della serie, a quanto pare) e li sconfigge senza problemi. Ok, ma chissà quant'era sfigato Scott al college...vai col flashback: cuccava di brutto. E pure fighe. Che poi era lui a lasciare. Insomma, non è un fumetto di fantascienza ma un pò di credibilità sarebbe richiesta anche qui... Non foss'altro che un personaggio senza un reale conflitto, senza delle concrete difficoltà da superare per ottenere i propri obiettivi, NON è un personaggio.

16 commenti:

MA! ha detto...

Continuo a concordare su 30 Rock. Migliora di stagione in stagione. Secondo me meglio anche di Boris. La serie di Tina Fey è molto più cattiva ma lo esibisce di meno. Il tf italiano è un assalto continuo, un pugno in faccia. Fantastico ma alla lunga deprime. 30R invece infila stoccate di pura malvagità in un contesto più demenziale. Poi il fatto che molti interpreti siano praticamente se stessi (Tina Fey, Tracy Morgan, Grizz,...) crea un cortocircuito perfetto. E il capo dei fattorini è un personaggio da annali.

Daniele ha detto...

Ho visto il film di Woody Allen, ma sinceramente l'ho trovato molto sottotono rispetto agli altri suoi lavori.

Per quanto riguarda Scott Pilgrim, l'ho amato alla follia, e se ti sei fermato ai soli primi due numeri, devi per forza andare avanti Alex, perchè vengono affrontate esattamente le cose di cui parli. Il fatto che lui abbia lasciato Knives con tanta leggerezza, le sue ex, il suo passato, il suo essere infantile, tutto questo verrà a galla e si rivelerà essere la vera tematica del fumetto.
Non ti svelo altro, ma se settimana prossima passo a scuola e ti becco ne parliamo...quando ti trovo?

p.s.: buon anno sensei!

Daniele ha detto...

Ah, un consiglio se ancora non l'hai vista: Misfits. Serie inglese meravigliosa, prima stagione di 6 episodi (che stanno per iniziare su Sky, ma che ti consiglio in lingua originale per godere degli accenti), e la seconda appena iniziata.

alex crippa ha detto...

MA: credo di preferire Boris per puro patriottismo. in effetti la puntata di 30 Rock col nano (stag.3, mi pare ep.5) ha raggiunto vette di politically uncorrect inaudite, ma con garbo. il capo fattorino è ormai una super-star. e che dire delle guest? la puntata con Oprah e anche quella con Jennifer Aniston mi fanno ancora sbudellare al solo pensiero...

daniele: infatti il mio è tifo per Woody. riguardo Scott Pilgrim...mah! proprio non mi piace, ma ne parliamo volentieri mercoledì se passi.
PS ho già programmato la registrazione di Misfits! sono molto curioso.

aLeX ha detto...

concordo su tutta la linea... parole sagge! walking dead è stata una vera delusione...

saluti esoterici..
aLeX

neim ha detto...

misfits è una serie molto bellina, ma a mio modesto parere metà del suo valore lo da l'interpretazione del protagonista!! quindi,se lo guardi, guardatelo in lingua originale (a meno che non trovino un doppiatore coi controcazzi!!)
bel post comunque, peccato (o per fortuna) che molte di queste cose me le sono perse..
ciao!

Giorgio Salati ha detto...

Non ho visto 30 Rock, ma dopo una recensione così devo procurarmelo! Ho visto invece Dead Set e devo dire che è piaciuto molto anche a me... di serie anglosassoni allora ti consiglio anche Murphy's Law (parla di un poliziotto infiltrato... molto intenso) e Father Ted (sit-com con 3 preti irlandesi... da ghignare).

alex crippa ha detto...

alex: evvai, un altro che non sopporta Scott Pilgrim!

neim: misfits ce l'ho lì da vedere, appena ho tempo. così ti dirò del doppiaggio...

giorgio: preso nota. sì, sì, tu non puoi non vedere almeno i primi episodi di 30 rock. secondo me te ne innamori subito. della serie e di Tina Fey.

Giorgio Salati ha detto...

ah, murphy's law è stato trasmesso anche in Italia, mentre Father Ted non penso che esista in italiano...

Officina Infernale ha detto...

Welcome back!, Deadset super l'ho visto almeno 5/6 volte, Walking dead non mi e' cosi' dispiaciuto, tranne l'ultima puntata che e' senza senso, a me il fumetto non mi attira per nulla, Misfits te lo devi beccare prima e seconda serie, una figata! e l'anno prossimo ce ne sara' una terza...yeah!

DjJurgen ha detto...

Maestro, cercherò di recuperare assolutamente 30 Rock! Ormai mi fido sulla parola, visto che l'ultimo consiglio (Boris) mi ha trascinato in un tunnel di dipendenza da cui non sono ancora uscito! :D
Per il resto non so se affrontare ancora Walking Dead (il telefilm, non il fumetto): per ora sono a due giudizi negativi contro uno, quindi aspetto ancora un pò!
Mentre dopo aver recuperato la seconda di Misfits mi darò seriamente a Dead Set! :D
E dai dai dai con i consigli, Maestro! :D

alex crippa ha detto...

officina: hola! vista la prima puntata di Misfits: fiiico.

djJurgen: e ci sarà una quarta stagione di Boris, lo sapevi? e il film esce a marzo, pare. ho già un'erezione.

DjJurgen ha detto...

Nooo!!! Non ne sapevo niente!!! :D
Bisogna assolutamente andare a vedere il film tutti insieme, ovviamente indossando la maglietta degli "Ac/Dc" (che, come insegna il mitico Umbe, per l'occasione starà a significare "A Cazzo Di Cane") :D
La quarta stagione, però, davvero non me l'aspettavo!!! :D
Non un'erezione singola...doppia!!! :D

FedeSplatter ha detto...

grazie per avermi aperto gli occhi su The walking dead (telefilm) e fatto conoscere Dead Set.
il fumetto di TWD non mi attirava neppure a me, anche graficamente, il bianco e nero in un fumetto americano fa un po strano ma mi sono ricreduto andando avanti nella lettura e ammetto che kirkman ha centrato il segno, quello che si era prefissato perlomeno, di non fare un fumetto horror ma "umano". Ho rivalutato anche la parte grafica comunque e credo prenderò il volume 2...ps ammetto di aver preso il primo volume sull'onda del TF ;)

Dark Diamond ha detto...

Ciao Alex (scusa se posto qui, ma in mail temo di essere cestinato involontariamente o che non ti arrivi, ma se ti da problema smetto), ti consiglio ASSOLUTAMENTE di non perderti al cinema SKYLINE.
Nonostante il budget milionario il film riesce ad essere più trash (e insulso) perfino delle peggiori opere di Bruno Mattei e di Mega Shark vs Giant Octopus messi assieme.
MAI in vita mia ho visto qualcosa di così maledettamente ridicolo (non spoilero per correttezza).

Su Scott Pilgrim, visto che ti rompevo io le balle per convincerti a leggerlo, va considerato che le edizioni italiana del fumetto e del film combattono ad armi pari in quanto a pessimo adattamento.
Scott non è per niente un nerd alla rivincita dei nerd, è più un nerd in senso moderno, una specie di Martin McFly però meno estremo.
Principalmente è un personaggio molto immaturo che si comporta in modo assolutamente irresponsabile (chi semina vento...), l'essere nerd del fumetto è un insieme di strutture narrative e grafiche che non si rifanno tanto ad i cliché pop della tematica videogames quanto più a specifici titoli (è MOLTO citativo)da noi meno famosi che in USA/Canada.
Sul fatto che tutti si picchino, fa parte dello stereotipo canadese l'essere "rissoso", qui portato a livello "Dragon Ball".
Scusa la menata precisiva che fa molto "fan boy", ad onor del vero, per quanto conosca la storia e alcuni riferimenti non chiari in italia, fisicamente possiedo i tuoi stessi volumi, quindi se a fine opera mi farà "cagare" sarò il primo a chiederti scusa per il pessimo consiglio. :)
Ciao, Luca.

alex crippa ha detto...

dj: sto già organizzando la gita per il film di Boris! buchodeculo!

fede splatter: vedrai che il fumetto di the walking dead non ti deluderà. prosegui...

dark diamond: ehilà! già il trailer di skyline promette bene in quanto a trash di lusso, come faccio a non vederlo... Su Scott Pilgrim che dire? in verità sono l'unico a cui non è piaciuto, sicuramente non ho capito i vari riferimenti, sicuramente non ho colto lo spirito dell'opera...e comunque la minoranza perde. W Scott Pilgrim!