domenica 6 novembre 2016

16

Il progetto misterioso sta prendendo forma e vedrà la luce a inizio 2017.
Vorrei tanto spiegare di che si tratta ma ho le mani legate. Letteralmente.
Appena riesco a recidere col mio lima-unghie la corda di iuta che mi stringe i polsi potrò essere più esauriente.
Per ora mi limito a dettare queste misere righe al nerboruto colombiano che mi fa da guardia.
Grazie, Tuco. Per la generosità e per il tuo tablet.

2 commenti:

L'Uomo Che Sapeva Troppo ha detto...

Alexxxxxx!! Sono Marco! Tuo ex studente di sola sceneggiatura, ormai si parla di annata 2010-2011! Magro alto pizzetto occhiali, dai ti ricordi!
Ogni volta che vedo Tenderini gli dico sempre che voglio concludiate Dei magari con un crowfunding, le trilogie interrotte non le sopporto anche se godibili da sole!
Ma ancora FB non te lo fai? Dai che voglio stalkerarti! Intanto hai visto? Il bimbo è finalmente nato, il nuovo corso ha un po' rallentato la nascita ma l'8 Febbraio esci con la tua breve sul color fest di Dylan Dog, sono 4 anni che aspetto di leggerla :D

Alessandro Crippa ha detto...

Ehi Marco!
Intanto grazie della dritta, non avevo la minima idea che sarei finito sul Color di febbraio. E, tra l'altro, stretto tra cotanti nomi. Spero di non soffocare. Di una cosa comunque sono sicuro: le tavole di Possenti sono spettacolari.
Riguardo DEI: mai dire mai (e non lo dico tanto per dire).
Riguardo FB: mai dire mai (ho ripreso a bloggare, cacchio, non basta?)