giovedì 13 ottobre 2011

IU ES EI

A volte mi dimentico che da un annetto a questa parte pubblico anche in America.
Due serie sceneggiate da me per il GGStudio: Mediterranea e Gore.
Stavolta parliamo di Gore, perché sto giusto sceneggiando un nuovo albo: c'è molto sangue, violenza, fiabe traviate e sesso implicito. Il tutto in una Venezia carnevalesca di fine '800 alla Assassin's Creed 2, ma coi mostri. E un tizio che li abbatte e ha perso la memoria. Chi è veramente costui??

Già usciti quest'anno l'albo 3 e 4 (quest'ultimo coi simpaticissimi Hansel e Gretel cannibali):

In uscita a novembre l'albo 5 (con la simpaticissima Fiammiferaia piromane):
E ora torno a scrivere. La Strega dell'Ovest camuffata da zingara sta per proporre un patto a un bambino con la gobba (che detta così sembra una scena scritta da Tim Burton ma girata da David Lynch).

11 commenti:

simone arena ha detto...

hansel e gretel cannibali....figata!
le storie horror o splatter che riprendono le fiabe sono interessanti ..anche perchè le fiabe son gia horror di loro...

CREPASCOLO ha detto...

Sulla carta la cosa funzionava e ti confesso che noi fans eravamo in fremente attesa, ma abbiamo fatto la fine della sposa in una canzone di Carmen Consoli che ha atteso invano e ci siamo consolati solo quando abbiamo capito che il papà di Ed Mani di Forbice sarebbe stato tagliuzzato da quello dei Picchi Gemelli fino a sembrare un cosplay incerottato del personaggio di Depp.

Le cose sono andate così: Burton ha appena lasciato il suo lavoro alla Disney - la sua idea della Danza delle Ore girato in stop motion con Ippopotami zombies era troppo per il pubblico mainstream - quando incontra Lynch che il ns scambia per un agente CIA ('' perchè vi chiamate tutti Linch voi della CIA ? forse è per quello che nessuno si fida di voi '' si chiede un perplesso Hannibal Smith nel film dello A-Team ndr ) .
David si compiace di sembrare inquietante ( i suoi amici lo chiamano il '' James Stewart da Marte '' ndr ) e non lo coregge. Gli dice che lavora per il famiferato MK Ultra e gli chiede di strutturare uno scenario in cui muovere un freak con altissimo I.Q. e vaghi poteri psionici.
Il regista visionario vuole uno script per una versione cyberpunk di Elephant Man, ma ha fatto i conti senza l'oste. Tim - che è fondamentalmente un nerd sentitosi rifiutato negli anni della formazione ( '' vivevo in un quartiere suburbano dove le majorettes uscivano solo con il quarterback della squadra del liceo '' )e desidera il consenso dello establishment - si impelaga in una trama di fantapolitica che prevede un attacco a tutti i paesi canaglia, servito freddo con l'impiego di nanotecnologia che trasformi il nemico in pachidermi radicati al suolo, ma perfettamente coscienti e consapevoli della loro sorte. Immagina se puoi, come direbbe Lennon , una testona dell'Isola di Pasqua viva e condannata x l'eternità a fissare un punto all'orizzonte. Tropppo anche per un tizio che aveva condannato un personaggio, nel suo Dune, a suggere l'antidoto ad un veleno attraverso le viscere di un gatto infilato in un marchingegno.
Dave sparigliò il tavolo dicendo al clone del Sandman di Gaiman che era tutto uno scherzo, ma Timmie non la prese bene. Pochi lo sanno - immagino tu sia nel numero degli eletti - ma nella versione uncut di Beetlejuice, Michael Keaton piscia su di un televisore che sta trasmettendo Mr. Smith va a Washington. Stewart era ancora vivo e fece pressione perchè il frame fosse bruciato ( '' Non potete fare questo alla memoria di Frank Capra ! Bastardi senz'anima ! Siete fortunati che non ricordo a quale chiodo ho appeso il mio cinturone ! '' ).
Scherza con i fanti eccetera.

Enrico Teodorani ha detto...

Complimenti.

alex crippa ha detto...

simone: eccome!

crepascolo: a volte ho la sensazione di scrivere post non per farmi pubblicità ma per donarti ottimi spunti per i tuoi interventi. no, scherzo. ho sempre questa sensazione. scherzo ancora. lo faccio apposta.

enrico: grazie!

Andrea Cavaletto ha detto...

no scusa nn ho capito... ma in italiano questi numeri 3 4 5 di gore nn ci sono???

alex crippa ha detto...

andrea: purtroppo no. per ora il GGStudio ha deciso di puntare solo sul mercato Usa, decisamente più adatto al loro stile e più ricettivo (in parole povere, là si vende di più). non si esclude un domani di ripubblicare in Italia, magari anche presto, ma non ho idea di come e quando accadrà esattamente.

Andrea Cavaletto ha detto...

ah... allora è il caso che noi due ci si veda a Lucca x forza, e porta Gore 3-4 che li voglio, anche in english.
te li pago, eh!

alex crippa ha detto...

andrea: non vengo a Lucca quest'anno, ma credo che allo stand GGStudio ci siano tutti gli albi americani usciti. accettano solo dollari, però! :)

Andrea Cavaletto ha detto...

ok
:)

PS NON VIENI A LUCCA??????
CHE SNOB CHE SEI...
PERSINO IO, CHE SONO MOLTO SNOB, VENGO A LUCCA!

Andrea Cavaletto ha detto...

E' il premio Boscarato che ti ha dato alla testa?
:)

alex crippa ha detto...

andrea: non sono snob, sono pigro!
PS: solo perchè mi porto sempre appesa al collo la statuetta del premio Boscarato NON significa che il successo mi abbia dato alla testa.