sabato 18 dicembre 2010

FASI

Se dovessi abbinare un film a ognuna delle fasi che ho attraversato in questi ultimi due mesi, la scaletta in ordine cronologico sarebbe la seguente:

- Il dubbio
- Apocalypse Now
- L'esorcista
- La casa
- Provaci ancora, Sam
- Milano odia, la polizia non può sparare
- Fantozzi
- Rocky II
- Io e Annie

La fase attuale pare sia Ghost.
Ma chi può dirlo?

16 commenti:

aLeX ha detto...

sembrano stati due mesi veramente intensi..

saluti esoterici..
aLeX

CREPASCOLO ha detto...

E' la stessa storia riarraggiata, come tutte le versioni di My Way da Sinatra a Syd.
Samuela, una suora, ha una crisi di coscienza, lascia il velo e si arruola nei marines. Nella giungla del Viet incontra un ufficiale disertore ed indemoniato. Lascia l'esercito, riprende il velo e imprigiona il demonio in un monolocale ( ad affitto bloccato ndr ). Esausta, cambia sesso e, come Sam, viaggia per l'Europa. In Italia diventa un pulotto, ma la sua pistola quasi le esplode in mano durante una azione. Colpa dei colleghi che hanno dei pregiudizi e hanno fatto uno scherzo da prete ad una ex suora. Stufa/o di esser chiamata Fantozzi, lascia le Forze dell'Ordine per i guantoni da pugile. In palestra può sfogare la sua rabbia e conoscere l'amore. Sposa Annie, interinale che guadagna qualcosa testando sospensori. Al crepuscolo, mentre la bella di Sam sta regolando il timer del plastico sotto la pila di para-gioielli-di-famiglia, è distratta da una foto che sbuca dall'armadietto del suo amato in cui Pugno Proibito veste siccome un pinguino. Boom. Sam non si da pace - Annie popola i suoi sogni ed i suoi incubi. Nuovo cambio di sesso e nuovo matrimonio con Nostro Salvatore.

Non importa quanto la strada sia ghiacciata e quanto la bici tenda ad uscire di carreggiata, se sei un ciclista sognatore la salita è solo una discesa al contrario e la tua smorfia sarà presto un sorriso ( Bartali & Coppi - la strana coppia - Jim Mondi Editori Riuniti contro Crepascolo 2010 )

Andrea Cavaletto ha detto...

Se dovessi riassumere in film il mio ultimo mese lavorativo non avrei dubbi:

VIOLENT SHIT

meno male che c'è la mia bimba...
:)

alex crippa ha detto...

alex: puoi dirlo forte, caro omonimo! e non è ancora finita...

crepascolo: bisognerebbe copiare e incollare in un unico file di word tutti i tuoi commenti e farne un e-book di successo.

andrea: azz...la trilogia proprio? saluti alla bimba!

Andrea Cavaletto ha detto...

No, solo il primo.
Adesso cmq sembra più
ORE DIECI CALMA PIATTA
:)

Fede ha detto...

Interessante il passaggio da Il dubbio, ad Apocalypse Now a L'esorcista...
Anche se non siedo su poltrona in pelle umana, con i miei popocorn sottobraccio tifo per te e aspetto la prossima proiezione!
Ho ancora la dedica tua e di Manu in sospeso su DEI...
;-)

Giorgio Salati ha detto...

Io invece ho l'impressione che presto vivrò il film "Un giorno di ordinaria follia"

alex crippa ha detto...

andrea: dai, speriamo non diventi Titanic... ;)

fede: ora sono a "Il laureato" ma con le parti invertite. Dedica in arrivo alla prossima fiera!

giorgio: ma non è sempre stato il sogno di tutti?

Andrea ha detto...

Da quel che apprendo sono ..... amari. Situazioni risolvibili o irreversibili?

alex crippa ha detto...

andrea: ma sì, va tutto bene!

Enrico Teodorani ha detto...

Buon Anno!

alex crippa ha detto...

enrico: buonissimo anno!

CREPASCOLO ha detto...

''Le cose, una volta pensate, che bisogno c'è di dirle?"
Niccolò Ammaniti

Ha davvero pensato una cosa del genere? e, secondo la sua logica, perchè l'ha scritta ?
vediamo se ho capito: Nick intende che le cose pensate si possono ( si devono )scrivere perchè NON c'è bisogno di scriverle ?
Quella roba dell'arte bella e sublime perchè inutile come diceva il tale della scuola M.Monroe in Bianca di Moretti ?
Anche l'ultimo romanzo ha come protagonista un tizio che chiuso in un buco, mi pare.
Credo sia il caso che Ammo esca, veda gente, faccia cose, per dirla sempre con il Nanni Nazionale.

In tema di sentenze sottili, mi permetto di segnalare la mia preferita: al gioco, quando hai carte buone, l'onestà ti impone di non barare ( Oscar Wilde ).
Buon Anno Nuovo.

Giangidoe ha detto...

Sarebbe meglio Ghost in the shell, però!
;)

alex crippa ha detto...

crepascolo: e qui si aprirebbe un discorso infinito sulla differenza tra "dire" e "scrivere", verba volant scripta manent, ecc...ma ne abbiamo davvero voglia? forse ne parleremo, di certo non ne scriveremo. sai cosa ti dico? buon anno anche a te! (ok, l'ho scritto, non l'ho detto...anche questo volevo solo pensarlo ma l'ho scritto...e anche questo! aiuto!)

giangidoe: ehi! in realtà in questo preciso istante sono in fase Ghostbusters. comunque punto a Scarface: soldi, coca, omicidi e Michelle Pfeiffer.

CREPASCOLO ha detto...

Caro Alex, se percepissi la differenza tra dire e scrivere, NON esisterebbe Crepascolo.
Come nel finale di Arizona Junior, spesso mi vedo vecchio e circondato da nipotini con i quali ricordo, a differenza di Cage, i giorni in cui ero ghost writer di una figura di secondo piano di un partito portatore d'acqua di qualche altra formazione con ambizione di governo. Come nel film, il sogno termina con le parole '' Forse era Disneyland''.

Mi spiace per Michelle - anni fa, struccata, bucò una gomma della bici e nessuno la riconobbe e si fermò ad aiutarla - ma io ho fatto in tempo a vederla nelle Relazioni Pericolose nel mio cineforum, mentre il film era ancora nelle sale di prima ( insieme a Tequila Connection e Una Vedova allegra ma non troppo ndr ). E pare che con Malkovich le cose siano andate oltre la finzione. La sua carriera ha continuato a funzionare, facci caso, fino a quella pellicola con Clooney dove sono due prof. divorziati con bimbi in una giornata campale. Ho una teoria: Michelle lascia Malkovich che la prende benissimo - come farebbe chiunque abbandonato da Madame Musetto - e le fa il vuoto intorno. Da ragazzo, il divo ha fatto teatro con Sinise - guarda la ghigna che ha Gary in omicidio in diretta: è un hombre malvagio se ne esiste uno - e non deve essere difficile per un blockbuster come Valmont ( con l'aiuto del suo pard diabolico ) stroncare la carriera di una Bionda che sconta Grease 2.
Sempre secondo me, lo sceneggiatore degli spot Netspresso ''sa'' cosa è accaduto e ne gira una parodia: Malko è Dio, Clooney è Clooney e Michelle è il Volluto - George vorrebbe sorbirlo/a ( lavorare ancora con lei xchè la coppia sullo schermo funziona ndr ) ma è il Primo Fattore che si pappa tutto il cuccuzaio. Cattivo !